Anonymous

“ Noi siamo Anonymous. Noi siamo Legione. Noi non perdoniamo. Noi non dimentichiamo. Aspettateci!"

 

Con questo motto si identifica Anonymous, il gruppo di hacktivisti presente il tutto il mondo e che promette la difesa della libertà, della democrazia e della libera informazione.

La loro organizzazione non ha sede né gerarchie. Agiscono con un coordinamento fuori dal comune, tanto che quasi tutte le loro operazioni hanno avuto esito positivo.

 

Nascita

A dare i natali al movimento Anonymous è il sito 4chan (http://www.4chan.org/), luogo ritrovo per appassionati di manga e anime giapponesi. In questo sito le persone possono pppostare immagini e foto anche senza mettere una firma, apparendo semplicemente come “anonymous”. È da qui che deriva il loro nome.

 

Il primo “hackeraggio” compiuto riguardò una giovane ragazza che pubblicava le sue foto osé identificandosi anche lei come anonima. Così alcuni degli utenti di 4chan più esperti in informatica riuscirono a scoprire alcune informazione sulla ragazza, come nome, indirizzo, profilo Facebook e e-mail. Un giorno uno di loro si presentò nella casa della malcapitata e, accolto dai genitori, mostrò loro le foto della figlia e, per provare e vantarsi della sua impresa, si fece una foto all’interno della camera dove la stessa ragazza posava nei suoi autoscatti osé.

 

Da qui in poi, il termine “Anonymous” sarà usato per identificare prima un semplice gruppo di smanettoni del web e poi per una vera e propria  organizzazione ben strutturata e decisa.

Progetto Chanology

La prima grande operazione, quella con cui si sono fatti conoscere a livello mondiale è “Progetto Chanology”, la protesta contro la Chiesa di Scientology. Wikipedia definisce Scientology come “un'organizzazione che raccoglie e diffonde l'insieme delle credenze e pratiche ideate da L. Ron Hubbard nel 1954 basate sul precedente sistema di auto-aiuto denominato Dianetics.

La colpa di Scientology stava nel fatto di aver accusato YouTube di violazione di copyright con il caricamento di un video prodotto dalla stessa chiesa in cui veniva intervistato l’attore Tom Cruise, membro del culto. In risposta a ciò, Anonymous ha ideato questo progetto: fecero attacchi ai siti di Scientology, scherzi telefonici e mandarono fax di pagine nere. In seguito, gli hacker dichiararono i loro intenti con il primo di una lunga serie di video:

Anonymous dichiarava guerra a Scientology con lo scopo di difendere la libertà d’informazione. In varie date di febbraio, furono organizzate manifestazioni contro la chiesa. Proprio durante queste manifestazioni alcuni dei presenti indossarono per la prima volta la maschera di Guy Fawkes tratta dal film “V per Vendetta”, riuscendo in seguito a farla diventare il loro simbolo distintivo.

Wikileaks

Wikileaks è un organizzazione che ha come scopo quello di pubblicare raccogliere informazioni segrete (soprattutto di governi e aziende) per poi pubblicarle sul proprio sito (https://wikileaks.org/).  Nel 2010 Wikileaks rende pubblici oltre 250 000 documenti diplomatici statunitensi, molti dei quali definiti “segreti” o “confidenziali”. In seguito a ciò il sito viene subisce numerosi attacchi DDos (il bersaglio viene attaccato contemporaneamente da più fonti, rendendo difficile rintracciare l'attaccante originario). Per questo, accusarono il governo degli Stati Uniti di aver oscurato il sito. Così Anonymous decise di schierarsi con Wikileaks e con il suo fondatore Julian Assange, il quale ha dovuto affrontare numerose accuse, tra le quali molte false, come quella di molestie sessuali. Tuttavia Anonymous ha iniziato a dubitare di Wikileaks data la sua assidua richiesta di donazioni.

Contro Aaron Barr

Tra 2010 e 2011, Aaron Barr, delegato della società di sicurezza informatica HBGary Federal, riuscì ad infiltrarsi tra gli Anonymous e ad ottenere dati di alcuni di loro. Il suo scopo era quello di debellare e consegnare alla giustizia i “cyberivoluzionari".

Ma gli Anonymous furono più abili di lui: cancellarono tutti i dati dal suo iPad e iPhone per poi copiarli e diffonderli su tutta la rete. Divulgarono e-mail e password, si infiltrarono nell’account di Twitter e perfino in quello del videogioco online World of Warcraft. Presto Barr fu costretto a dare le dimissioni.

#OpMegaupload

Megaupload era un sito per caricare e scaricare file gratuitamente o a pagamento (tramite abbonamento premium) che rappresentava il 4% del traffico internet mondiale. Nel gennaio del 2012, il sito è stato chiuso dall’FBI con l’accusa di violazione di copyright e pirateria e il suo fondatore, Kim Dotcom, è stato messo agli arresti domiciliari. Anonymous ha vendicato Megaupload attaccando i siti dell’FBI, della Casa Bianca, di molti artisti musicali, della Sony, di Hollywood, della NASA e altre centinaia di siti vari. Questa operazione è stata la più grande eseguita fino ad ora.

Altri attacchi

Nel 2012 attaccano AIPAC, il gruppo di pressione americano e grande sostenitore di Israele, che “ha come scopo più guerre e più distruzione di quanto ne abbia già commesso".

 

Nello stesso anno, Anonymous attacca il Vaticano, accusandolo di ostacolare la modernizzazione e lo sviluppo della medicina.

 

Contro la guerra, gli hacktivisti hanno più volte preso di mira siti governativi di tutto il mondo.

 

 

Conclusioni

Anonymous non è solo un gruppo di hacker che si fa notare solo tramite il web o durante qualche manifestazione. Loro rappresentano il desiderio di libera informazione, democrazia e giustizia. I media non li giudicano di grande importanza, tanto che spesso la gente li conosce perché li ha sentiti citare da qualcuno, ma non sa realmente chi sono e cosa fanno. Anche loro, come tutti hanno intrapreso decisioni controverse, ma è anche capitato che sono stati accusati ingiustamente di attacchi non loro, come quello a Facebook avvenuto il 7 marzo 2012.

 

Per concludere vi lascio un video in cui si mostra tutta la loro umanità:

Potrebbero interessarti questi siti:

 

-4chan

-Wikileaks

-Mega (erede di Megaupload)

-Blog: Anonymous Italia

 

Ultimi due aggiornamenti: